Categorie
Trentino Alto Adige

Trento

Trento è una città del Trentino-Alto Adige/Südtirol, nell’Italia settentrionale. Si trova lungo il fiume Adige, a sud di Bolzano, ed era conosciuta in antichità come Tridentum. Vista la vicinanza all’Austria ha un nome anche in tedesco che è Triento.

Trento fu fondata, secondo il classico savant Plinio il Vecchio e il geografo Strabone di Amaseia, dai Reti, e divenne colonia romana e base militare sulla strada a nord dei passi Resia e Brennero.

La vita di Trento oggi

Trento ha una leggera industria meccanica, tessile, tipografica, conciaria e dell’arredamento; gli ortaggi e la frutta dell’orto sono coltivati localmente.

Particolarmente apprezzata è l’Università di Trento, una delle migliori nell’area nord est del Paese.

La popolazione è di 117.417 persone che occupano i 158 Km quadrati di superficie.

Cosa vedere a Trento

Importanti monumenti del periodo romano sono i resti di un teatro e delle mura cittadine. L’austera cattedrale della città (consacrata nel 1145) e le chiese di Sant’Apollinare e di San Lorenzo sono in stile romanico. Tra i notevoli edifici rinascimentali si segnalano numerosi palazzi signorili, la Chiesa di Santa Maria Maggiore (1520) e il Castello del Buon Consiglio. Quest’ultimo, risalente al XIII secolo, fu sede dei principi vescovi del XV secolo; nel 1528-36 furono aggiunti al castello, oggi museo nazionale, un palazzo e uno splendido cortile rinascimentale.

Breve storia di Trento

Il suo primo vescovo, San Vigilio, convertì il Trentino e il Tirolo meridionale al cristianesimo alla fine del IV-inizio del V secolo. Sede di un ducato longobardo e poi di una marcia franca (terra di confine), divenne dominio dei suoi principi-vescovi nel 1027 sotto il patronato imperiale del Sacro Romano Impero e in seguito divenne famoso come sede del Concilio ecumenico di Trento (1545-63).

Sotto il controllo francese, durante le guerre napoleoniche, passò all’Austria nel 1814. La popolazione di Trento è stata a lungo di lingua italiana e, dopo la creazione dell’Italia unificata negli anni Sessanta del XIX secolo, la città è diventata un centro di agitazione irredentista che è stato spietatamente soppresso dalle autorità austriache. Trento è entrata a far parte dell’Italia nel 1918. La città fu gravemente inondata nel 1966.